Miràl è il progetto personale di Angela Savio. Supporta le aziende, le organizzazioni del terzo settore, gli enti pubblici e privati nell’ideazione, sviluppo e gestione di strategie e interventi integrati di responsabilità sociale e gestione della diversità, accompagnandole nei processi di valorizzazione delle risorse e cambiamento culturale ed organizzativo.

strumenti 6 1 4 5 2 3


strumenti

Chi sono
angela savio
Angela Savio, socio-antropologa, progettista e formatrice esperta in gestione delle differenze e processi partecipati di cambiamento in ambito pubblico e privato.
Cv
Cosa faccio
1

Coniugare innovazione, competitività e sostenibilità.


La responsabilità sociale d'impresa.

La RSI è "l'integrazione volontaria da parte delle imprese delle istanze sociali ed ambientali nelle loro attività e nei loro rapporti con le parti interessate" Commissione Europea, Libro Verde, 2001.

Essere socialmente responsabili non significa solo rispettare gli obblighi di legge ma adottare volontariamente pratiche e comportamenti in grado di conciliare gli obiettivi economici con quelli sociali e ambientali in un'ottica di sostenibilità.

Per Miràl la Responsabilità Sociale "è un approccio strategico integrato alla gestione d'impresa, basato su una visione relazionale, sistemica e transculturale dell'impresa stessa".

Consulenza alle imprese nello sviluppo e realizzazione di strategie e interventi di responsabilità sociale d'impresa interna ed esterna.

  • l'Impresa è Istituto sociale per eccellenza: non può esistere da sola ma solo in relazione al proprio contesto
  • la RSI non è un elemento opzionale, aggiuntivo, residuale o filantropico ma un approccio strategico integrato
  • la RSI riguarda tutte le imprese: pubbliche o private, profit o non profit, di grandi o piccole dimensioni
  • la RSI permette alle imprese di rispondere in maniera competitiva e innovativa ai cambiamenti
2

Riconoscere e valorizzare le differenze.


La gestione della diversità.

Gestire la diversità vuol dire adottare un approccio volto a far coesistere differenziazione e integrazione.

Adottare azioni di gestione della diversità significa andare al di là del rispetto delle pari opportunità e delle normative nazionali e internazionali e sviluppare un approccio per la gestione delle risorse umane teso alla valorizzazione delle differenze in un'ottica di integrazione.

L'adozione di azioni di gestione della diversità migliora la qualità delle relazioni interne ad un'organizzazione, la capacità di comprendere il contesto esterno, la crescita delle opportunità di mercato e l'aumento della competitività.

Progettazione di interventi di valorizzazione e integrazione delle differenze volti a processi di cambiamento.

  • ogni organizzazione ha una cultura che è generata dall'insieme delle persone che la compongono.
  • la cultura è un concetto ampio che abbraccia le diversità di genere, nazionalità, età, orientamento sessuale, personalità, ruolo, appartenenza sociale e famigliare
  • ogni individuo, è portatore di un "Io culturale" che prende forma dalla propria storia di vita
  • esiste un rapporto dialettico tra la cultura di un'organizzazione e quella di ogni suo membro
3

Riconoscere risorse, bisogni e aree di miglioramento.


La ricerca e l'analisi di contesto.

La ricerca e l'analisi di contesto permettono di aumentare la conoscenza e la comprensione dei fenomeni organizzativi, sociali e culturali interni ed esterni alle organizzazioni tramite l'emersione delle dinamiche che sono presenti e che agiscono in un determinato contesto.

L'obiettivo è facilitare l'individuazione di aree di intervento e sviluppo e di indicazioni utili a definire ed elaborare strategie di intervento innovative ed efficaci a partire dalle esigenze interne alle organizzazioni e dai mutamenti nel contesto di riferimento.

La ricerca e l'analisi per Miràl costituiscono una fase imprescindibile di ogni intervento; la ricerca è strettamente legata ad ogni azione. I soggetti interessati vengono coinvolti in tutte le fasi del processo in modo attivo e partecipativo in modo da garantire interventi concertati.

Progettazione e realizzazione di analisi di contesto, del clima aziendale, ricerche, studi di fattibilità e mappature.

  • analizzare la realtà di un contesto ampliandone le conoscenze
  • legittimare i bisogni dei singoli e dell'organizzazione
  • focalizzare l'attenzione su risorse, punti di forza, aree di miglioramento e potenzialità di sviluppo
  • intervenire su aree di criticità manifeste o latenti prevenendo l'acuirsi di situazioni critiche
  • delineare strategie e linee guide per strutturare interventi ad hoc
4

Trasformare idee in progetti concreti e realizzabili.


Il project management.

Il dinamismo dei contesti e la scarsità di risorse pongono tutte le imprese (aziende, enti pubblici e no profit) di fronte alla necessità di integrare il lavoro istituzionale con il lavoro per progetti, in un'ottica di individuazione della migliore soluzione (in termini di efficacia, efficienza e ottimizzazione delle risorse) in risposta ad un bisogno specifico.

Perché un progetto sia realizzabile, finanziabile, gestibile e raggiunga i risultati attesi è necessario che tutte le fasi del progetto siano pensate, costruite e gestite secondo metodologie e tecniche di progettazione specifiche.

Il Project Cycle Management è una metodologia di lavoro flessibile, concreta, efficace ed efficiente adatta allo sviluppo di tutti i progetti. Un progetto strutturato sulla base del PCM permette di accedere a finanziamenti e bandi di gara.

Sviluppo e gestione di progetti attraverso gli strumenti del Project Cycle Managment e individuazione della fonte di finanziamento più adeguata.

  • progettazione orientata al raggiungimento degli obiettivi
  • progettazione, anche in partenariato, di tutte le fasi del ciclo di progetto
  • analisi di rischi e opportunità (SWOT analysis)
  • individuazione e analisi di attività, risultati attesi, indicatori di realizzazione, fonti di verifica e condizioni (Logical Framework)
  • pianificazione temporale, organizzativa e finanziaria
  • strutturazione piano di monitoraggio e di valutazione
  • comunicazione, promozione e disseminazione dei risultati
5

Promuovere empowerment e sviluppo.


La formazione.

Il processo di formazione costituisce un momento fondamentale e imprescindibile per qualsiasi impresa (azienda, ente pubblico e no profit) sia a livello di management che di dipendenti.

La formazione implica un rapporto dialettico e di continua interazione tra teoria e pratica, tra competenze esterne e competenze interne.

La formazione è trasmissione e condivisione di competenze e conoscenze specifiche, strumento di relazione e di coinvolgimento, di apprendimento e di conoscenza, di riflessione ed elaborazione.

Progettazione e realizzazion di percorsi di formazione ad hoc a partire dalla rilevazione e analisi delle specifiche esigenze interne. Interventi di supervisione e appronfondimento.

  • coinvolgere i membri del gruppo in una riflessione sul proprio ruolo a partire dal tema oggetto della formazione
  • promuovere collaborazione e consapevolezza per raggiungere gli obiettivi della formazione
  • capitalizzare i saperi professionali e personali di cui i singoli sono portatori
  • costruire un linguaggio comune e strategie di intervento volte a promuovere il cambiamento
6

Creare reti per favorire sinergie e sviluppo.


Il networking.

Creare network significa attivare collaborazioni e partnership.

La creazione di network rappresenta una risposta concreta ai cambiamenti e alle sfide poste dai mutamenti odierni, in una logica di lavoro sinergico e di valorizzazione di tutte le risorse presenti su un territorio.

Sviluppare reti significa uscire da una logica di chiusura e di autosufficienza e attivare processi di conoscenza, riconoscimento, confronto e mediazione per la definizione di progetti che convergono su obiettivi comuni.

Sviluppo di reti e network locali, connessione tra servizi e settori, dialogo e collaborazione tra pubblico e privato, tra privato sociale, aziende e enti, mediazione e nascita di progetti comuni e integrati.

  • definire obiettivi e finalità comuni, strategie integrate e promuovere commistione tra saperi e pratiche
  • superare le resistenze al cambiamento organizzativo e le logiche tradizionali della frammentazione delle competenze e dei progetti
  • superare la compartimentazione dei linguaggi e delle strategie di azione
  • mantenere l'identità e l'autonomia di ogni attore con punti di connessione e collaborazione
  • valorizzare l'interazione tra gli attori in maniera differenziata in relazione alle diverse fasi del percorso e alle diverse competenze
Servizi
  • responsabilità sociale d'impresa
    Servizi di consulenza mirati a ideare, progettare e realizzare azioni di responsabilità sociale d'impresa interna ed esterna:
    • azioni di corporate governance e accountability
    • elaborazione codice etico e carta dei valori
    • azioni rivolte al management e ai dipendenti (welfare aziendale, conciliazione vita-lavoro)
    • progetti sociali, culturali, sportivi, ambientali promossi sul territorio
    • progetti di cooperazione internazionale
    • partnership con enti pubblici, università e enti no-profit
    • sponsorship e campagne a sostegno di una causa sociale e ambientale
    • adesione a network e standard nazionali e internazionali
    Consulenza alle aziende anche nella ricerca di fonti di finanziamento e agevolazioni per la realizzazione di progetti di RSI: dallo scouting e analisi dei bandi alla stesura dei formulari, dalla gestione alla valutazione e rendicontazione del progetto.
  • gestione della diversità
    Servizi di consulenza mirati a progettare e realizzare interventi di gestione della diversità:
    • percorsi di formazione e sensibilizzazione interna ed esterna
    • processi di selezione e gestione del personale
    • progetti rivolti al management e ai dipendenti
    • gruppi di lavoro transculturali
    • mediazione e prevenzione del conflitto
    • facilitazione linguistica-culturale
  • analisi di contesto e del clima aziendale
    Progettazione e realizzazione di analisi di contesto e del clima aziendale, con particolare riguardo a:
    • cultura organizzativa e gestione della diversità
    • identità e valori aziendali
    • sviluppo professionale
    • benessere organizzativo
    • comunicazione interna ed esterna
    • contesto esterno (territorio, competitor, mercato)
    • soddisfazione clienti, consumatori
    Utilizzo di strumenti di analisi qualitativa e quantitativa (questionari, interviste semi-strutturate, strutturate e libere, focus group e gruppi di discussione) e strumenti partecipativi di attivazione delle risorse.
  • formazione
    Consulenza nella progettazione e realizzazione di percorsi formativi individuali e di gruppo rivolti al management e ai dipendenti sulle seguenti tematiche:
    • responsabilità sociale d'impresa
    • gestione della diversità
    • tecniche e metodologie di progettazione e gestione di progetti (finanziati e non)
    • promozione del benessere organizzativo
    • prevenzione e gestione del conflitto e mediazione
    • strategie e tecniche di comunicazione interna e esterna
    Dall'analisi dei bisogni formativi alla progettazione dei percorsi, dal reperimento di docenti, tutor e aule alla predisposizione di materiale didattico, dalla valutazione e stesura dei report alla trasposizione del materiale formativo in strumenti didattici e divulgativi (cartacei e multimediali)
  • progettazione
    Consulenza alle organizzazioni del terzo settore (ONG, Cooperative, Associazioni, Fondazioni) nell'ideazione, sviluppo e gestione di progetti finanziati.
    • ricerca di fonti di finanziamento (pubbliche e private) e scouting bandi
    • studi di fattibilità dell'idea progettuale e analisi dei bisogni, risorse e criticità
    • creazione reti di partenariato, networking
    • analisi dei bandi e stesura dei formulari
    • coordinamento e gestione durante tutto il ciclo di progetto
    • selezione risorse umane di progetto
    • monitoraggio e valutazione
    • disseminazione dei risultati
    • valutazione outcomes e loro trasferibilità
    Consulenza anche nell'ideazione e implementazione di progetti promossi direttamente dalle organizzazioni.
  • responsabilità sociale, networking e sponsorship
    Consulenza alle organizzazioni del terzo settore nella progettazione e realizzazione di azioni di responsabilità sociale interna e nell'attivazione di partnership e sponsorship:
    • azioni di corporate governance e accountability
    • elaborazione codice etico e carta dei valori
    • azioni rivolte al management e ai collaboratori, soci (welfare, conciliazione vita-lavoro)
    • partnership con enti pubblici e università
    • sponsorship con aziende
    • adesione a network e standard nazionali e internazionali in materia di RSI
  • gestione della diversità
    Servizi di consulenza alle organizzazioni del terzo settore nella progettazione e realizzazione di interventi di gestione della diversità:
    • percorsi di formazione e sensibilizzazione interna ed esterna
    • processi di selezione e gestione del personale
    • progetti rivolti ai collaboratori e soci
    • gruppi di lavoro transculturali
    • mediazione e prevenzione del conflitto
    • facilitazione linguistica-culturale
  • ricerca e analisi di contesto
    Consulenza alle organizzazioni del terzo settore nella realizzazione di:
    • ricerche sociali
    • ricerche-azione
    • indagini e mappature
    • analisi di contesto interno e esterno
    • studi di fattibilità di idee progettuali
    • valutazione progetti
    Utilizzo di strumenti di analisi qualitativa e quantitativa (questionari, interviste semi-strutturate, strutturate e libere, focus group e gruppi di discussione) e strumenti partecipativi di attivazione delle risorse.
  • formazione
    Consulenza nella progettazione e realizzazione di percorsi formativi individuali e di gruppo rivolti a collaboratori, soci e dipendenti delle organizzazioni del terzo settore (progettisti, educatori, psicologi, assistenti sociali, mediatori, ecc) sulle seguenti tematiche:
    • gestione della diversità
    • tecniche e metodologie di progettazione e gestione dei progetti
    • cultura, identità e pratiche transculturali e transnazionali
    • le migrazioni: aspetti socio-antropologici, psicologici e giuridici
    • prevenzione e gestione del conflitto
    • la presa in carico di utenti stranieri (uomini, donne e minori di prima e seconda generazione)
    • comunicazione interculturale
    • responsabilità sociale
    • mediazione sociale, culturale e linguistico-culturale
    Dall'analisi dei bisogni formativi alla progettazione dei percorsi, dal reperimento di docenti, tutor e aule alla predisposizione di materiale didattico, dalla valutazione e stesura dei report alla trasposizione del materiale formativo in strumenti didattici e divulgativi (cartacei e multimediali)
  • progettazione
    Consulenza agli enti pubblici e privati operanti in ambito sanitario, sociale ed educativo nell'ideazione, sviluppo e gestione di progetti finanziati.
    • ricerca di fonti di finanziamento (pubbliche e private) e scouting bandi
    • studi di fattibilità dell'idea progettuale e analisi dei bisogni, risorse e criticità
    • creazione reti di partenariato, networking
    • analisi dei bandi e stesura dei formulari
    • coordinamento e gestione durante tutto il ciclo di progetto
    • selezione risorse umane di progetto
    • monitoraggio e valutazione
    • disseminazione dei risultati
    • valutazione outcomes e loro trasferibilità
    Consulenza anche nell'ideazione e implementazione di progetti promossi direttamente dagli enti operanti in ambito educativo, sanitario e sociale.
  • responsabilità sociale, networking e sponsorship
    Consulenza agli enti pubblici e privati operanti in ambito sanitario, sociale e educativo nella progettazione e realizzazione di azioni di responsabilità sociale interna e nell'attivazione di partnership e sponsorship:
    • azioni di corporate governance e accountability
    • elaborazione codice etico e carta dei valori
    • azioni rivolte al management e ai dipendenti (welfare, conciliazione vita-lavoro)
    • partnership con enti del terzo settore e università
    • sponsorship con aziende
    • adesione a network e standard nazionali e internazionali in materia di RSI
  • gestione della diversità
    Servizi di consulenza agli enti pubblici e privati operanti in ambito sanitario, sociale e educativo nella progettazione e realizzazione di interventi di gestione della diversità:
    • percorsi di formazione e sensibilizzazione interna ed esterna
    • processi di selezione e gestione del personale
    • progetti rivolti ai dipendenti
    • gruppi di lavoro transculturali
    • mediazione e prevenzione del conflitto
    • facilitazione linguistica-culturale
  • ricerca e analisi di contesto
    Consulenza agli enti pubblici e privati nella realizzazione di:
    • ricerche sociali
    • ricerche-azione
    • indagini e mappature
    • analisi di contesto interno e esterno
    • studi di fattibilità di idee progettuali
    • valutazione progetti
    Utilizzo di strumenti di analisi qualitativa e quantitativa (questionari, interviste semi-strutturate, strutturate e libere, focus group e gruppi di discussione) e strumenti partecipativi di attivazione delle risorse.
  • formazione
    Consulenza nella progettazione e realizzazione di percorsi formativi individuali e di gruppo rivolti ai dipendenti degli enti pubblici e privati in ambito sanitario, sociale ed educativo -medici, insegnanti, assistenti sociali, educatori, psicologi, mediatori, ecc- sulle seguenti tematiche:
    • gestione della diversità
    • tecniche e metodologie di progettazione e gestione dei progetti
    • cultura, identità e pratiche transculturali e transnazionali
    • le migrazioni: aspetti socio-antropologici, psicologici e giuridici
    • prevenzione e gestione del conflitto
    • la presa in carico di utenti stranieri (uomini, donne e minori di prima e seconda generazione)
    • comunicazione interculturale
    • responsabilità sociale
    • mediazione sociale, culturale e linguistico-culturale
    Dall'analisi dei bisogni formativi alla progettazione dei percorsi, dal reperimento di docenti, tutor e aule alla predisposizione di materiale didattico, dalla valutazione e stesura dei report alla trasposizione del materiale formativo in strumenti didattici e divulgativi (cartacei e multimediali)